Archive for Fotografia

Ritratto attraverso l’acqua

Posted in Colori, Luoghi, Persone, Poesia, Racconti, Sentimenti, Uncategorized with tags , , , , , , , , , , , , on 18 July 2018 by andreaalberti

High Line, New York, 2017

Sono geloso di tutto ciò la cui bellezza non muore.
Sono geloso del ritratto che hai dipinto.
Perché dovrebbe conservare quello che io devo perdere?
Ogni attimo che passa toglie qualcosa a me e dà qualcosa al ritratto.
Oscar Wilde, il Ritratto di Dorian Gray

Una volta mi hai detto che il pathos non ti commuove,
ma che la bellezza, la semplice bellezza,
ti riempie gli occhi di lacrime.
Ti dirò, Harry, che a malapena
riuscivo a vedere questa ragazza
attraverso il velo di lacrime
che mi era salito agli occhi.
Oscar Wilde, il Ritratto di Dorian Gray

Ogni volta che vedo l’acqua descrivere un viso,
le immagini dei miei ricordi e la bellezza della memoria
si frantumano in riverberi scintillanti,
come foglie che galleggiano.
L’acqua è un elemento senza forma
che ora accresce il valore alle cose, ora lo nega.
E’ pure ridondante,
non tutto quello che sembra valere al di là dell’acqua
esiste o avviene senza di essa.
Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

 

Advertisements

Memorie d’una città

Posted in Colori, Luoghi, Mare, Persone, Poesia, Sentimenti, Stories with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 7 April 2018 by andreaalberti

Venezia, 2018

Quando mi succede qualcosa preferisco esserci.
E così ho finito per dormire solo un pò durante il giorno,
mentre, notte dopo notte, mi limitavo ad aspettare pazientemente
che sul vetro del cielo nascesse la luce.

Albert Camus, Lo Straniero, 1942

D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie,
ma la risposta che dà a una tua domanda.

Italo Calvino, Le città invisibili, 1972

Noi siamo la nostra memoria,
noi siamo questo museo chimerico di forme incostanti,
questo mucchio di specchi rotti.
Jorge Louis Borges

Come rimedio alla vita di società suggerirei la grande città.
Ai giorni nostri,
è l’unico deserto alla portata dei nostri mezzi.
Albert Camus, Taccuini

 

Il sentire comunicante

Posted in Colori, Luoghi, Persone, Poesia with tags , , , , , , , , , , , on 30 December 2017 by andreaalberti

Magritte, L’assassino minacciato, Moma, NY, 2017

L’arte consiste nel far sentire agli altri
quello che sentiamo.
Fernando Pessoa, Il libro dell’inquietudine, 1982

A volte l’ascolto
si mette d’accordo con un’opera d’arte
creando il filo conduttore del mutuo sentire.
Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

 

Quell’attimo, con bolle di sapone

Posted in Bianco e Nero, Luoghi, Persone, Poesia, Sentimenti with tags , , , , , , , , , , , , , , , , on 27 October 2017 by andreaalberti

Central Park, New York, 2016

Le bolle di sapone …
sono translucidamente tutta una filosofia.
Chiare, inutili e passeggere come la Natura,
amiche degli occhi come le cose,
sono quello che sono
con una precisione ben rotonda e aerea,
e nessuno, neppure il bambino che le soffia via,
pretende che esse siano più di quello che appaiono essere.

Fernando Pessoa, Fantasie di interludio, Poesie

L’attimo può giovarsi solo di ciò che crea.
Johann Wolfgang Goethe, Faust, 1977-1832

I passeggeri dell’Arbus

Posted in Bianco e Nero, Luoghi, Persone with tags , , , , , , , , , , , , , , , on 28 August 2017 by andreaalberti

1000 Fifth Avenue, New York, 2016

Credo davvero che ci siano cose
che nessuno riesce a vedere
prima che vengano fotografate.

Diane Arbus

La fotografia è il riconoscimento simultaneo,
in una frazione di secondo,
del significato di un evento.

Henri Cartier-Bresson

Il punto fondamentale è scattare la foto
in modo che poi non ci sia bisogno
di spiegarla con le parole.

Elliott Erwitt

Il volontario fermarsi

Posted in Colori, Luoghi, Persone, Poesia, Racconti, Sentimenti, Stagioni with tags , , , , , , , , , , , , , , on 20 May 2017 by andreaalberti

Central Park, NY, Autunno 2016

Anche se mi chiamassi, non ti sentirei,
e anche se ti udissi, non mi volterei
…come sfoggio un destino altrui
e mi riposo dai misteri vivi.

Wisława Szymborska, Paesaggio, 1967

Tutti sono sempre più impazienti,
più agitati e irrequieti.
Le autostrade e le altre strade d’ogni genere
sono affollate di gente che va un po’ da per tutto,
ovunque, ed è come se non andasse in nessun posto.

Ray Bradbury, Fahrenheit 451, 1953

La volontà,
ormai anche questa parola scivola via dalla carta,
avrebbe dovuto mettere in salvo l’uomo con la barca.
Quell’uomo manifestava già il desiderio del viaggio,
prima che giungesse la prematura notizia della scomparsa
dell’inflessibile orologio dei sogni.
Per commiato l’acqua che circonda la barca,
convinta di sognare, si ferma a contare i secondi
che le tornano appresso con gocce diverse.

Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

Carnevale 2017

Posted in Bianco e Nero, Colori, Luoghi, Persone with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 9 April 2017 by andreaalberti

Venezia, 2017

%d bloggers like this: