Keep-Keen Motion

Posted in Bianco e Nero with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 19 March 2015 by andreaalberti

Keep-KeenMotionVenezia, 2015

… rethink so many concept of motion
… gradually come to realize that
what we call fate does not come into us
from the outside, but emerges from us.
It is only because so many people
have not absorbed and transformed
their fates while they were living in them
that they have not realized
what was emerging from them.
… The future stands stills, Dear Mr. Kappus,
but we move in infinite space.
Rainer Maria Rilke, Letters to a young Poet, Letter Eight, 1903-1908

 

Carnevale, arte espressiva

Posted in Bianco e Nero, Colori, Luoghi, Mare, Persone, Poesia, Sentimenti with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 14 February 2015 by andreaalberti

Venezia, Carnevale 2015

Quando il criterio dell’arte era la solida costruzione,
l’attenta osservanza delle regole,
pochi potevano tentare di essere artisti,
e la maggior parte di costoro sono molto buoni.
Ma quando si è iniziato a considerare l’arte
da espressione di creazione a espressione di sentimenti,
ognuno poteva essere artista,
perché tutti hanno dei sentimenti.
Fernando Pessoa, Il libro dell’inquietudine, 1982 (postumo)

La genuina concisione dell’espressione
consiste nel saper dire in ogni caso
soltanto ciò che è degno di essere detto,
evitando per contro tutte le discussioni prolisse
intorno a ciò che ognuno può pensare
e distinguendo rettamente
fra il necessario e il superfluo.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

 

Il cielo sopra l’ombrello

Posted in Bianco e Nero, Luoghi, Mare, Persone, Poesia, Sentimenti with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 21 January 2015 by andreaalberti

CieloOmbrelloUmago, Istria, 2014

Un ombrello aperto è un bel cielo chiuso.
Xavier Forneret, Cespugli di pensiero, 1870

Viviamo tutti sotto lo stesso cielo,
ma non tutti abbiamo il medesimo orizzonte.
Konrad Adenauer

Guardiamo poco il cielo
perché i nostri pensieri tendono al basso.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

L’anima precorre tempo e spazio,
e non è come l’occhio,
che crede cominci il cielo
dove comincia l’orizzonte.
Ambrogio Bazzero, Lagrime e sorrisi, 1873

Piove sul giusto e piove anche sull’ingiusto;
ma sul giusto di più,
perché l’ingiusto gli ruba l’ombrello.
Lord Bowen, Sands of Time, 1923

 

Letizia e Infanzia

Posted in Colori, Luoghi, Mare, Persone, Poesia, Sentimenti with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 8 December 2014 by andreaalberti

LetiziaVenezia, 2014

Nell’infanzia di tutti i popoli,
come in quella dei singoli individui,
il sentimento ha sempre preceduto la riflessione
ed è stato il suo primo maestro.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Il bambino è padre dell’uomo adulto.
Nell’infanzia, il paradiso è in noi.
William Wordsworth, L’arcobaleno /
Ode: intuizioni di immortalità nei ricordi dell’infanzia, 1807

Non è mai troppo tardi per farsi un’infanzia felice.
Tom Robbins, Natura morta con Picchio, 1980

E’ trascorsa senza tempo
l’età con le iniziali della vita,
quando ancora l’essenza non sapeva.
Nel passaggio di una brevità
si affaccia il mondo interno dell’infanzia,
la parvenza si trasforma in presenza,
tra dondolii di scoperte dell’essere.
Letizia e spensieratezza sul bordo dei primi passi,
sfiorando nuove dimensioni invisibili,
nell’ordine di colonne,
la constatazione di irraggiungibili fili,
ascoltandosi.
Saranno primi veri movimenti,
prenderà forma il tutto, anteriore al tempo,
la corda della conoscenza vibrerà contigua.
Inimmaginabile quello in cui si era,
sogni oltre gli specchi primordiali,
un soffio sia,
il riaffacciarsi del proprio che ci fa dimora.

Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

L’istante è la tela del tempo

Posted in Uncategorized on 5 November 2014 by andreaalberti

LaTelaDelTempoUmago, Istria, 2014

Le cose cambiano perché assumono la forma di chi le usa.
Efraim Medina Reyes, 2004

Tutto è ripetizione, ripercorso, ritorno.
Infatti anche la prima è una “seconda volta”.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere

Il tempo umano non ruota in cerchio
ma avanza veloce in linea retta.
È per questo che l’uomo non può essere felice,
perché la felicità è desiderio di ripetizione.
Milan Kundera, L’insostenibile leggerezza dell’essere, 1984

L’istante occupa uno stretto spazio fra la speranza e il rimpianto,
ed è lo spazio della vita.
Marcel Jouhandeau, Algebra dei valori morali, 1935

Eventi assopiti, mare in estro,
tre pareti racchiudono una stanza,
davanti alla memoria la fronte in trasparenza,
la parete mancante è una lunga distanza,
muro dei giorni, palpebra dei sogni
linguaggio che è una pausa, inseguire
questo movimento, dentro e fuori
passato e futuro.
Apparizioni su sedie senza forma, tavoli sul vento,
presente che detta percorsi
oltre ogni soglia, si muove il volere
il mare e l’ordine intorno, il futuro approssima il ripetersi,
un lungo corridoio irrompe.
L’incartamento è lo spazio della figura,
trascritto sul muro mancante,
il moto delle onde è un respiro,
quel ritmo infrange e il limite si bagna, armonie non proprie
schiumano il vuoto, si velano gli occhi.
Opere dentro specchi, condividere una per l’altra
conquista, asse sull’acqua si sviluppa, dimensioni
aumentano, onde ciclano onde, stanze architettano
stanze incuranti del tempo.
Galleggia l’istante senza sopra né sotto.
Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

Come chi ascolta la pioggia

Posted in Colori, Luoghi, Mare, Persone, Poesia, Sentimenti with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 20 October 2014 by andreaalberti

ComeChiAscoltaLaPioggiaUmago, Istria, 2014

…figure di tempo
nella piega di questa pausa,
ascoltami come chi ascolta la pioggia,
senza ascoltare, sentire quello che dico
con gli occhi aperti verso l’interno,
addormentato con tutti i cinque sensi svegli,
piove, passi leggeri, il suono delle sillabe,
aria e acqua, parole senza peso:
ciò che siamo stati e sono,
i giorni e gli anni, questo momento,
tempo senza peso…
Come chi ascolta la pioggia, Octavio Paz, 1986

L’altra voce che dorme

Posted in Bianco e Nero, Luoghi, Mare, Persone, Poesia, Sentimenti, Stagioni with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 24 September 2014 by andreaalberti

LaltravocechedormeSavudrija, Istria, 2014

…ristetti ad aspettare, ancora con gli occhi chiusi,
la piú assoluta calma interiore,
la piú assoluta indifferenza.
Ma una maledetta voce mi diceva dentro,
che era là anche lui, l’estraneo,
di fronte a me, nello specchio.
In attesa come me, con gli occhi chiusi.
Luigi Pirandello, Uno, nessuno e centomila, 1925

Un nuovo pensiero politico sta nascendo,
i cui creatori dovranno ascoltare
l’altra voce che dorme in ogni uomo,
quella dei poeti.
Octavio Paz

Voce, soffia acuto di veglia
respiri di onde si avvicinano,
silenzio, disegna ombre di sonno
gli occhi diventano neri giardini,
luce, sfoggia ventaglio d’estasi
il ventre profondo s’irradia in mare,
ponte, semina giacigli di pietra
risacche di tramonti si abbattono,
ànditi, scivolano selve impossibili
scorrono le interminabili linfe
dei pensieri abitano zampilli di colore
dentro gocce dentro arcobaleni,
lacrime, essudare da occhi serrati
addormentando pezzi di mondi trasparenti,
risonanze di altra voce ne sgretolano la superficie
sotto si immerge il mare
è più fondo è più sogno
nascono coni d’ombra compressi
il buio rincorre la luce,
incede l’isola arginando gli scogli:
è movimento,
subentra il vento rendendo il sommerso alla voce:
è suono,
il mare è sete d’infanzia
l’orizzonte è cicatrice che bagna solo occhi ciechi,
non è freddo,
si sparge la notte degli occhi
si sciolgono altre voci nel sonno.
Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

Autentico scrittore (…)
è chi ci interpella
con la stessa voce con cui parliamo
a noi stessi nella nostra solitudine.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977-92

 

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 465 other followers

%d bloggers like this: