Archive for Cammini

Ritratto attraverso l’acqua

Posted in Colori, Luoghi, Persone, Poesia, Racconti, Sentimenti, Uncategorized with tags , , , , , , , , , , , , on 18 July 2018 by andreaalberti

High Line, New York, 2017

Sono geloso di tutto ciò la cui bellezza non muore.
Sono geloso del ritratto che hai dipinto.
Perché dovrebbe conservare quello che io devo perdere?
Ogni attimo che passa toglie qualcosa a me e dà qualcosa al ritratto.
Oscar Wilde, il Ritratto di Dorian Gray

Una volta mi hai detto che il pathos non ti commuove,
ma che la bellezza, la semplice bellezza,
ti riempie gli occhi di lacrime.
Ti dirò, Harry, che a malapena
riuscivo a vedere questa ragazza
attraverso il velo di lacrime
che mi era salito agli occhi.
Oscar Wilde, il Ritratto di Dorian Gray

Ogni volta che vedo l’acqua descrivere un viso,
le immagini dei miei ricordi e la bellezza della memoria
si frantumano in riverberi scintillanti,
come foglie che galleggiano.
L’acqua è un elemento senza forma
che ora accresce il valore alle cose, ora lo nega.
E’ pure ridondante,
non tutto quello che sembra valere al di là dell’acqua
esiste o avviene senza di essa.
Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

 

Advertisements

Memorie d’una città

Posted in Colori, Luoghi, Mare, Persone, Poesia, Sentimenti, Stories with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 7 April 2018 by andreaalberti

Venezia, 2018

Quando mi succede qualcosa preferisco esserci.
E così ho finito per dormire solo un pò durante il giorno,
mentre, notte dopo notte, mi limitavo ad aspettare pazientemente
che sul vetro del cielo nascesse la luce.

Albert Camus, Lo Straniero, 1942

D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie,
ma la risposta che dà a una tua domanda.

Italo Calvino, Le città invisibili, 1972

Noi siamo la nostra memoria,
noi siamo questo museo chimerico di forme incostanti,
questo mucchio di specchi rotti.
Jorge Louis Borges

Come rimedio alla vita di società suggerirei la grande città.
Ai giorni nostri,
è l’unico deserto alla portata dei nostri mezzi.
Albert Camus, Taccuini

 

Quell’attimo, con bolle di sapone

Posted in Bianco e Nero, Luoghi, Persone, Poesia, Sentimenti with tags , , , , , , , , , , , , , , , , on 27 October 2017 by andreaalberti

Central Park, New York, 2016

Le bolle di sapone …
sono translucidamente tutta una filosofia.
Chiare, inutili e passeggere come la Natura,
amiche degli occhi come le cose,
sono quello che sono
con una precisione ben rotonda e aerea,
e nessuno, neppure il bambino che le soffia via,
pretende che esse siano più di quello che appaiono essere.

Fernando Pessoa, Fantasie di interludio, Poesie

L’attimo può giovarsi solo di ciò che crea.
Johann Wolfgang Goethe, Faust, 1977-1832

L’uscio dell’intimità

Posted in Bianco e Nero, Luoghi, Montagna, Natura, Poesia, Sentimenti, Stagioni with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 10 March 2014 by andreaalberti

InternoVanoi, 2013

Il segreto che ti si rivela, l’intimità tra loro,
consiste nella complementarità di due ritmi vitali.
Italo Calvino, Se una notte d’inverno un viaggiatore, 1979

Le anime hanno un loro particolar modo d’intendersi,
d’entrare in intimità, fino a darsi del tu,
mentre le nostre persone sono tuttavia
impacciate nel commercio delle parole comuni,
nella schiavitù delle esigenze sociali.
Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal, 1904

Ennesimo ciclo riparte dal culmine,
aspira ossigeno che volteggia in spasimo.
Fluido esprime umanità eccelsa,
con bocca serrata e animo spalancato.
Eco di pensieri fluisce in corpo,
effusi e sospinti da mente permanente.
Occhi traspongono orecchie respingono,
emerge il battito fulgido, toccante, ritmico.
Ciò che trama al tatto, giace e sorregge,
dirime instancabile sostentamento.
E s’irradia l’intoccabile, pura e perenne intimità,
marcata da sospiri velati, essiccati nell’io incompreso.
Mani da fanciullo afferrano organi che rintoccano,
l’età e il tempo avvolgono l’abbraccio.
Recondito dissidio sfocia in mare vuoto,
riprende a valle alimentando fischio continuo,
e il giorno e la notte sibilano,
trasformati in acusmatici veglia e sonno.
Fugaci partenze increspate da soglie,
confini varcano i sensi,
sostentazione di tracce sommerse.
Brama uscire, da sé,
il brillio interiore incontro alla tempesta,
evapora dal corpo, solidifica nel lieto risveglio.
Aporia dell’intelletto, direzione dell’unica via,
pertugio contro porta nel mondo animato.
Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

L’attraversamento del bosco

Posted in Colori, Luoghi, Mitologia, Montagna, Natura, Poesia, Sentimenti, Stagioni with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 30 October 2013 by andreaalberti

Il BoscoCansiglio, 2013

Tuttavia gli rimase quella sera, e tutto il giorno dopo,
un fastidio dell’animo;
come quando, cacciando per il bosco,
uno batte contro una roccia o un tronco
e nella furia non ci bada ma poi,
di notte, il punto duole
e non si riesce a ricordare dove e come.
Dino Buzzati, Sessanta Racconti, 1958

Come nessun fatto e nessuna forma
rassomiglia in tutto a un’altra,
così nessuna differisce interamente dall’altra.
Michel de Montaigne, XVI Secolo

Gemma conduce avanzando il lieto andare dei giorni,
dentro occhi superati dalla rivelazione fremente nel vento.
Voltarsi e rincuorarsi verso abbandonate vestigia,
sa origliar le foglie udito che sorpassa e scuote.
Animo impaurito perdura, insorge all’incerto camminare,
echi sopra i vuoti nei confini della mente stridono.
Non v’è selva che allenti inclinazioni e sensi,
equoreo camminare il senno incita a difesa.
Dimenticando il superato vestibolo,
negandosi al dimesso passato,
sospende il respirar la volontà che spinge.
Nel fitto che avanza, suoni e colori si mesciano,
mentre il giorno lascia a ciò che sopraggiunge.
E il tempo battezza l’imitato commiato,
e rimane lo spirito a governar contro l’ignavia del divenire
mentre la luce placa natura umana che si approssima alla notte.
Frate Adagio, XX Secolo, Luoghi e Dintorni

Insieme

Posted in Colori, Luoghi, Persone, Poesia, Sentimenti with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 26 February 2013 by andreaalberti

Insieme

Susegana, 2012

 I veri amici sono i solitari insieme.
Abel Bonnard, L’amicizia, 1928

Svelare la solitudine,
il percorso del presente non ha vicinanze.
Cogliere l’incertezza,
il cammino del senno s’addossa inerti confini.
La mente vacilla se solitaria segue,
e ogni svolta teme,
imprevisto disegno nello scorrere del libero sogno.
L’insieme dei luoghi e del tempo,
un eco di passi,
medesimo spazio, medesimo ritmo.
Luce d’insieme, contiguità d’esistenza.
Insieme compiuto,
l’ombra del mio io raffigura il destino.

Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

L’insidia lungo la strada…

Posted in Colori, Luoghi, Mitologia, Montagna, Natura, Sentimenti with tags , , , , , , , , , , , on 29 July 2012 by andreaalberti

Cajada, 2006

Ogni strada ha delle insidie nascoste,
molte insidie hanno strade ben visibili.
Viaggiatore del proprio animo,
immagina una luce.
Percorri quanto ti spetta e non volgere la mente oltre il tuo coraggio.

Frate Adagio, Luoghi e Dintorni, XX Secolo

A che cosa serve la previdenza?
Il pericolo non si lascia mai vedere per intero.
Johann Wolfgang Goethe, I dolori del giovane Werther, 1774

Esistono cammini senza viaggiatori.
Ma vi sono ancor più viaggiatori che non hanno i loro sentieri.
Gustave Flaubert, Lettere a Louise Colet, 1846/55

Il viaggio perfetto è circolare.
La gioia della partenza, la gioia del ritorno.
Dino Basili, Tagliar corto, 1987

%d bloggers like this: